“Con Beppe Bonetto se n’è andato il padre nobile di una categoria che non c’è più, quella dei procuratori vecchio stile che gli è debitrice di un’immagine seria e professionale fondata su un regolamento cancellato dalla demenziale volontà di qualcuno”. Così a TuttoMercatoWeb l’avvocato Claudio Pasqualin ricorda Giuseppe Bonetto, storico operatore di mercato deceduto oggi. “L’elegante e competente tratto professionale, i suoi trascorsi in Lega e al Torino dello Scudetto 1976 rendevano noi procuratori fieri di essere suoi colleghi. Fu - ricorda Pasqualin - il primo presidente dell’Assoprocuratori e in un dialogo costante con la Federazione contribuì ad elevare l’attività procuratoria a vera e propria attività professionale riconosciuta e apprezzata in Italia e nel mondo”.